Loading

Attività politiche

Per le 119 000 persone che attualmente in Svizzera convivono con la demenza si riscontrano gravi carenze a livello di diagnosi, terapie, assistenza e presa a carico. Nei prossimi vent’anni il numero delle persone colpite è destinato quasi a raddoppiare. L’Associazione Alzheimer Svizzera ripone grandi speranze nella Strategia nazionale in materia di Alzheimer che era approvata il 21 novembre 2013. 


La Strategia nazionale in materia di Alzheimer ha preso le mosse dalle due mozioni di Jean-François Steiert e Reto Wehrli. Dopo l’approvazione dei loro interventi da parte del Parlamento, nell’ottobre del 2012 l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e la Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS) sono stati incaricati di attuare una strategia nazionale in materia di Alzheimer. La Strategia deve stabilire gli obiettivi e i provvedimenti da adottare per migliorare il depistaggio precoce e l’assistenza dei malati di Alzheimer in tutti gli stadi della malattia. Inoltre, mira a promuovere la conoscenza delle malattie da demenza e la loro accettazione da parte di chi ne è coinvolto. L’Associazione Alzheimer Svizzera ha dato un contributo importante all’elaborazione della Strategia in collaborazione con altre organizzazioni e istituzioni.

 

Il 21 novembre 2013, il «Dialogo sulla politica nazionale della sanità» ha approvato la «Strategia nazionale sulla demenza 2014-2017»

 

A livello cantonale

I primi Cantoni ad elaborare programmi propri e disposizioni in materia di Alzheimer sono stati il Canton Vaud e il Vallese. Nel Canton Vaud il “programma Alzheimer“ è già stato attuato (v. box informativo). Ora anche nel Canton Ginevra è stato elaborato un rapporto relativo a un piano Alzheimer cantonale. L’Associazione Alzheimer Svizzera e le sue sezioni si stanno dando da fare affinché altri Cantoni seguano l’esempio dei primi due. Alcuni hanno già iniziato a farlo.

 

L’Associazione Alzheimer Svizzera seguirà con spirito critico anche l’attuazione della Strategia nazionale in materia di Alzheimer nei Cantoni.

 

 

Altre iniziative parlamentari importanti

Oltre alle iniziative parlamentari che riguardano direttamente le malattie da demenza, per chi è affetto dall’Alzheimer hanno un grande peso anche tutte le altre iniziative in materia di cura e assistenza sanitaria. L’argomento delle possibilità di sgravio per chi cura e assiste i propri familiari è diventato di attualità grazie all’accettazione di un postulato in materia da parte del Consiglio federale (cfr. anche Comunicato stampa ALZ del 6.6.2013). Il Consiglio federale deve illustrare quali offerte di assistenza e quali forme di assegni di accompagnamento per chi cura e assiste i propri familiari esistono oggi a livello comunale, cantonale e federale. Inoltre dovrà individuare eventuali carenze e cercare di capire come colmarle e a che prezzo.

 

Altri interventi parlamentari su questo argomento sono ancora in attesa di essere trattati:

 

Assegno di accompagnamento alle persone che assistono i propri familiari

Condizioni quadro per sgravare le persone che prestano cure a loro familiari

 



Fonte: Statistica della popolazione 2014 dell'Ufficio federale di statistica (UFS), tassi di prevalenza europei (Alzheimer Europe) e dati forniti dall’Associazione Alzheimer. 

 

Ottobre 2015