Loading

Il manifesto “Priorità Alzheimer“

Oltre 55'000 persone hanno firmato il manifesto lanciato dall’Associazione Alzheimer Svizzera nel 2008 con l’obiettivo di inserire il tema della demenza nell’agenda politica. L’iniziativa ha avuto successo: il manifesto ha sostenuto entrambe le mozioni che hanno portato allo sviluppo della Strategia nazionale sulla demenza. Siamo anche riusciti a presentarlo nel momento in cui nel corso dell’elaborazione della strategia si trattava di difendere nel miglior modo possibile gli interessi delle persone colpite. Unitamente allo studio sui costi e alle cifre presentate per la prima volta (numero di persone affette da demenza, prevalenza e incidenza), il manifesto è riuscito a corroborare le nostre argomentazioni.

 

Nel 2013 la Confederazione e i Cantoni hanno approvato la Strategia nazionale sulla demenza 2014-2017 che ha accolto in larga misura gli obiettivi e le misure presentate dal manifesto. Le sfide rimangono però attuali, in particolare quando si tratta di seguire con spirito critico l’attuazione della Strategia nei Cantoni.

 

Ringraziamo sentitamente tutti coloro che hanno firmato! 

 

Manifesto Priorità Alzheimer (2008)

Oggi, in Svizzera, quasi 100 000 persone sono affette da Alzheimer o da un’altra forma di demenza. In

futuro, questa cifra è destinata ad aumentare a causa dell’innalzamento delle aspettative di vita. Non ci sono ancora le condizioni necessarie per poter convivere con la demenza in maniera

dignitosa.

 

Le richieste dell'Associazione Alzheimer Svizzera:

- Il depistaggio precoce della demenza deve essere incentivato.
- L’offerta delle terapie volte a contrastare l’Alzheimer deve essere ampliata e resa accessibile a tutti i malati di Alzheimer.
- Tutti i malati di Alzheimer devono poter ricevere assistenza e cure adeguate e abbordabili.
- Si deve accrescere la competenza dei familiari curanti.
- Occorre creare un’offerta di presa a carico temporanea capillare e accessibile.