Loading

Società solidale con i malati di Alzheimer – una prospettiva per la Svizzera

L'Alzheimer può colpire chiunque e interessa un numero crescente di persone. Ben lontana dall’essere solo una sfida individuale, la malattia è sempre più un problema che riguarda l’intera società.  


Sviluppare una società solidale con i malati di Alzheimer è importante e necessario. Ne siamo convinti. Abbiamo questa responsabilità sia in termini personali che di società nel suo complesso. 

 

Siamo chiamati a dare il nostro sostegno a fronte del crescente numero di persone colpite. È il compito cui è chiamata principalmente la politica della sanità. Ma altrettanto seriamente vanno trattate le necessità delle persone affette dalla malattia e dei loro familiari. Esse hanno diritto a convivere con la malattia nel modo migliore possibile. Noi tutti possiamo dare il nostro contributo, in ambito personale o privato, assistendo e sostenendo le persone colpite.


Le persone affette da Alzheimer desiderano essere indipendenti, attive, accettate e integrate – proprio come chi non è malato. 

 

Cosa si intende per società solidale con i malati di Alzheimer?

Solidarietà/sensibilità nei confronti dei malati di Alzheimer e solidarietà nei confronti degli anziani sono espressioni utilizzate un po’ dappertutto. Ma cosa significano davvero? Quali sono gli elementi caratterizzanti una società solidale con i malati di Alzheimer e cosa occorre fare perché una comunità lo sia effettivamente?

«Una società solidale con i malati di Alzheimer è un luogo dove le persone affette da demenza vengono comprese, rispettate e sostenute e fanno parte della vita sociale. In una tale società le persone sanno cosa comporta la demenza e ne hanno comprensione; i malati si sentono coinvolti e integrati, possono prendere decisioni e hanno il controllo sulla loro vita quotidiana. »

Building dementia friendly communities: A priority for everyone, Alzheimer’s Society 2013 (Scozia)

 

«Non senza di noi»

Maggiore è il numero di comuni attenti al tema della demenza e meglio è. Come diretti interessati, siamo lieti di dare il nostro contributo. Chiedete a noi! Siamo in grado di valutare quali sono i cambiamenti necessari e dove manca il sostegno pratico nella vita quotidiana.

 

Pascal e Karin Clivaz, Karin è stato diagnosticato l‘Alzheimer

Su queste pagine potete consultare un dossier sul tema che contiene, fra l’altro, i criteri di una società solidale con i malati di Alzheimer, materiali di riferimento e informativi nonché un procedimento abbozzato per gli organi esecutivi che puntano sul concetto e che intendono adottare una linea solidale.